Tre Principi per vivere una vita più ricca e appagante.

Simona_Ronchiadin

Scrivere un libro è di per sé una soddisfazione e una scommessa personale; ma farlo sapendo che le tue parole potranno illuminare il cammino di tutti coloro che avranno la possibilità di leggerlo è già una vittoria. Simona Ronchiadin, scrittrice e formatrice, con il suo Fai pace con il cervello – Tre Principi per vivere una vita più ricca e appagante, offre a tutti la possibilità di cambiare il proprio paradigma di vita, semplicemente guardandola da una nuova prospettiva.

 

1) Simona, come mai hai deciso di scrivere questo libro che affronta, di fatto, un argomento così delicato come il rapporto che abbiamo con noi stessi?

 

Per puntare lo sguardo in un nuova direzione. È questa la prima risposta che butto giù quasi senza pensare mentre mi pongo la domanda, e leggendo la risposta così semplice ed essenziale mi sembra sempre più vera e necessaria.
Penso che sia giunto il momento di introdurre un nuovo modo di concepire tutti gli argomenti che hanno a che fare con il rapporto che abbiamo con noi stessi. Per questo motivo ho colto la possibilità di scrivere un libro che introduca tutta una serie di nuove idee su come ogni essere umano, senza alcuna distinzione, crei la sua esperienza di realtà.

Fai_pace_con_il_cervello

 

 

2) In che modo i Tre Principi ci possono aiutare a “Far pace col nostro cervello”?

 

Quando uso l’espressione Fai Pace con il Cervello alludo a quell’esperienza che capita un po’ a tutti quando, di malumore, non sappiamo che “pesci prendere” e nel caos passiamo da un’idea al suo opposto nel giro di qualche minuto, per poi cambiare di nuovo. Realizzare come i Tre Principi creino la nostra realtà non ci libererà come per magia dalla morsa di tutti quei pensieri che in alcuni giorni ci fanno sentire confusi o agitati, piuttosto ci concede l’opportunità di vivere da svegli tutto ciò che sperimentiamo come reale. Forse è questa una delle implicazioni più grandi e belle dei Principi: saper comprendere da dove arrivi la nostra esperienza.

 

3) “Ciò che chiamiamo realtà oggettiva non ha alcuna influenza sul nostro modo di percepire l’esperienza perché in ogni istante, noi sperimentiamo solo ed esclusivamente le sensazioni del nostro pensiero e non il mondo”. Mi sembra che in questa tua frase ci sia un po’ il succo dell’approccio Tre Principi, potresti spiegarcelo in breve?

In questa domanda sei riuscita ad estrapolare proprio il pezzo forte, grazie! Se ci fosse qualcosa da tenere sempre a fuoco mentre ha inizio l’esplorazione di questo nuovo approccio, è proprio questa: in ogni momento ciò che sentiamo non è una reazione alle circostanze della vita, ma è l’espressione emotiva ad un pensiero. Se pensi di aver avuto una pessima giornata e ti senti male per questo, potresti iniziare a concludere che hai degli impedimenti oggettivi per essere felice: il tuo partner che non ti ama come vorresti, il lavoro che non ti piace più come un tempo e le faccende della vita che a volte pare abbiano il sopravvento. In questi contesti è facile sperimentare la vita come qualcosa di terribile e faticoso. Poi però, nonostante la situazione, ci sono dei giorni in cui senza che sia accaduto niente di particolare capita di essere di buonumore e ci sorprendiamo ad essere più disponibili, vitali e addirittura ottimisti. Se il contesto rimane sempre un po’ quello cosa cambia allora? Solo e sempre una cosa: il pensiero del momento e la sua credibilità ai nostri occhi. Nessuna circostanza ha il potere di farti provare sentimenti o emozioni, è solo il tuo pensiero che di momento in momento crea, senza eccezioni, l’esperienza di ciò che stai vivendo.

 

LEGGI “REWIND RIPARTIAMO DALL’ASCOLTO DEI NOSTRI FIGLI

 

 4) Nel tuo libro hai scritto: “Di solito le persone con cui ho a che fare, a qualche livello, credono che per stare bene siano necessarie alcune specifiche condizioni, senza le quali purtroppo diventa impossibile essere felici. Io stessa l’ho creduto per moltissimo tempo e mi sono sempre molto adoperata, cercando di creare le migliori circostanze o aggiustando tutto quello che mi capitava a tiro per poter arrivare ad un punto in cui finalmente sarei potuta stare bene”. Come rispondono i Tre Principi a questo bisogno comune di sentirsi felici… facendo qualcosa?

Questa è una domanda interessante che svela uno dei più grandi malintesi che pervade la nostra umanità: credere che la felicità arriverà solo dopo aver conquistato qualcosa di fondamentale importanza per noi. Per qualcuno potrebbe essere la sicurezza economica, le proprietà, i benefici di una vita di successo; per altri invece la salute, una vita familiare armonica o la ricerca di una determinata risorsa interiore. In ogni caso abbiamo frainteso qualcosa di fondamentale.
Come Sidney Banks ci ha insegnato, tutta la felicità, il benessere e la pace che desideriamo tanto è solo a un pensiero di distanza da noi, proprio ora. Mettere a fuoco questo passaggio non ti porterà ad essere sempre felice e non ti eviterà i problemi. Quelli ci saranno a prescindere da te e da quanto bravo sei a organizzarti la vita. Ti renderà solo più gentile con te stesso quando, perso da un pensiero agitato, inizierai a credere che il tuo benessere dipenda da cosa avrai, da chi sarai e da cosa penserai.

SCARICA GRATIS IL PRIMO CAPITOLO

 

5) Per la tua esperienza come coach, nella routine frenetica di tutti i giorni, spesso siamo troppo presi a rincorrere la vita piuttosto che viverla davvero, o troppo preoccupati a immaginare il futuro per godersi il presente. Sapendo che il tempo che ci è stato donato è comunque limitato, come facciamo a viverlo al meglio, assaporandone ogni istante e non facendoci trascinare dagli eventi?

 

Non avrei potuto pensare un modo migliore per chiudere questa intervista e lasciare alle persone il mio più grande augurio: Fai ciò che ami di più, continua a giocare al gioco della vita come se non avessi niente da perdere e segui sempre la migliore sensazione del momento. Questa è la speranza che mi piace cogliere ogni giorno e che dedico a tutte le persone che saranno con noi nel viaggio.

 

 

 Giulia Rossi

Item added to cart.
0 items - 0,00